Leitlhof IT » Wellness Hotel nel Alto Adige » Leitlhof » Temi stagionali » Maggio » Sextner Dolomiten » Le Dolomiti nel mese di Maggio: escursioni in bici e piramidi di terra

Escursioni in bici e piramidi di terra

La gita in bici per famiglie da Dobbiaco o San Candido e scende dolcemente verso Lienz, capoluogo del Tirolo orientale, è ormai nota a livello internazionale. Inoltre, in maggio si possono intraprendere anche altri percorsi classici, in bici o mountain bike. Come quello fino a Brunico lungo la pista ciclabile della Val Pusteria, che offre tra l’altro la possibilità di tornare in treno, al pari della pista ciclabile San Candido-Lienz, lungo il corso della Drava. 

Soprattutto in questo periodo dell’anno ancora abbastanza tranquillo, a chi desidera mettere alla prova la propria forma dopo l’inverno, consigliamo di visitare il Lago di Braies (dislivello ca. 350 m), come gita a parte o inserita nel percorso per Brunico. Più impegnativa è invece la ciclabile lungo la vecchia ferrovia da San Candido a Cortina d’Ampezzo, che lambisce perle paesaggistiche come il Lago di Dobbiaco, il Lago di Landro, il panorama sulle Tre Cime di Lavaredo e sul massiccio del Monte Cristallo, e offre inoltre la possibilità di fare un giro per Cortina d’Ampezzo, una delle mete più esclusive d’Italia.

Meno mondane e lontane dalla confusione sono infine le escursioni in bici in Val di Casies: quella comoda e piacevole lungo i 20 km del fondovalle a partire da Monguelfo, oppure quella per mountain bike in cui, partendo da Dobbiaco e passando per Franadega, si attraversa il dorso delle montagne e si scende a Colle in Val di Casies.

Primavera sulle Dolomiti
Primavera sulle Dolomiti

Maggio è il mese ideale anche per le escursioni a piedi, anche quando il percorso per le baite d’alta montagna è bloccato dai residui di neve. Un’esperienza in una natura unica, che entusiasmerà tutta la famiglia, è la visita alle piramidi di terra di Plata, sopra Perca, una scultura naturale di bizzarri fenomeni erosivi. Illuminante è anche il Giro di Sesto, un percorso per escursioni con 7 punti informativi, che illustrano la geologia della Val Pusteria e forniscono numerose e interessanti informazioni su flora e fauna locali e sulle usanze legate alla natura.

Dal Monte Rota sopra Dobbiaco all’Eggerberg si snoda la cosiddetta “Via  Romana”, un percorso carico di storia che deve il nome all’antica strada presumibilmente usata dai Romani per attraversare la provincia del Noricum. Qui oggi ci si gode soprattutto la piacevole escursione accarezzati dal sole. I resti degli insediamenti romani più importanti si possono ammirare ad est, nel Museo Aguntum di Lienz, o ad ovest, nel Museo Mansio Sebatum a San Lorenzo di Sebato presso Brunico. 

Inviate una richiesta di preventivo non vincolante: saremo lieti di offrirvi informazioni sugli sconti previsti per il mese di maggio!