Leitlhof IT » Wellness Hotel nel Alto Adige » Leitlhof » Temi stagionali » Settembre » Cultura » La transumanza in Alto Adige

Eventi culturali e di costume al Leitlhof nel mese di settembre

La transumanza

Ogni anno in primavera le mucche e altri capi di bestiame vengono condotti a trascorrere l'estate sugli alpeggi della Val Pusteria. Poiché la vita in quota non è scevra da pericoli, in autunno il ritorno degli uomini e delle mandrie è occasione di grandi festeggiamenti.

L'alpicoltura è nata poiché tra i boschi al di sotto dei 1.500 metri non vi erano abbastanza pascoli per tutti gli armenti. Un altro motivo è la migliore qualità dell'erba che cresce in alta quota. Ai nostri giorni un'ulteriore ragione che spinge a continuare questa attività è la presenza di numerosi turisti dediti alle escursioni e all'alpinismo.

Pericoli sui monti

Sugli alpeggi si giunge per lo più tramite stretti sentieri, che possono essere agevoli per l'uomo, ma risultare problematici per i grossi bovini. Già la salita rappresenta dunque un momento difficoltoso. Una volta arrivati in quota, il compito del malgaro è quello di tenere unito il bestiame e di accudirlo. Tutti i contadini e la popolazione locale provano un grande senso di sollievo quando al termine dell'estate gli uomini e il bestiame tornano a valle sani e salvi.

Una festa di fiori e di danze

Molte tradizioni si sono conservate nel tempo, come quella della "Kronzkuih": sul capo della mucca più bella e più grossa viene posta una elaborata corona di fiori. Questa mucca funge da capofila ed è la prima a entrare in paese.

Le mandrie vengono accolte dai valligiani facendo schioccare la "Gaaslkrocha" (una specie di frusta) e facendo risuonare lo "Juchizan", il tradizionale grido di giubilo. Quando tutti gli animali hanno fatto ritorno in stalla, gli abitanti del paese danno inizio ai festeggiamenti e alle danze che si prolungano fino a tarda notte.

Inviate una richiesta di prenotazione non vincolante all'Hotel Leitlhof – Dolomiten per assistere alla tradizionale festa della transumanza a San Candido, in Alta Pusteria.